Un monte nel cuore di Brescia: la Maddalena

L'itinerario è da effettuarsi a piedi o in bicletta

La durata prevista è di circa 2 ore e 30 minuti

È consigliato un abbigliamento da trekking

È indicato per chi ama la natura ed ha una buona preparazione fisica

Amatissima dai bresciani

La Maddalena, la “montagna dei bresciani”, è un vero e proprio gioiello verde che con i suoi 874 metri rappresenta un punto panoramico di grande rilievo.

Un monte nel cuore di Brescia: la Maddalena

Il percorso che vi proponiamo è mediamente impegnativo, percorribile a piedi o in bicicletta, ideale per gli amanti della mountain bike che hanno a disposizione ben 29 km tra asfalto e sterrato. Dalla sommità del monte lo sguardo spazia dalla Pianura Padana fino agli Appennini e dal lago di Garda al lago d’Iseo.

Un monte nel cuore di Brescia: la Maddalena

La Maddalena è molto frequentata dai bresciani che qui trascorrono alcune ore passeggiando piacevolmente tra i suoi boschi, o facendo sport grazie ai sentieri per mountain bike e alla parete di roccia, attrezzata per l’arrampicata, che si trova sul lato est.

L’itinerario che vi proponiamo, adatto a tutti e della durata di 2 ore e 30 minuti circa, parte dai giardini di Porta Venezia, e risale la montagna lungo Via Panoramica, una strada completamente asfaltata che ci porta a San Gottardo e poi a rifugio Maddalena, a 844 metri d’altezza.

Un monte nel cuore di Brescia: la Maddalena

Sulla sommità si trovano alcune antenne militari oltre le quali, superando una sbarra, il percorso prosegue su di uno sterrato.

Qui che viene il meglio!

Il sentiero offre alcuni tra i panorami più caratteristici, affacciandosi su Botticino, Nave a sulla valle del torrente Garza, fino a raggiungere la chiesetta di San Vito da dove proseguiamo seguendo attentamente i segnali bianchi e blu che delimitano il “sentiero delle tre valli”.

Un monte nel cuore di Brescia: la Maddalena
Da San Gallo il percorso è tutto in discesa e asfaltato per ampi tratti. Si prosegue fino a Botticino Sera, oltrepassando l’Eremo della Trinità e poi per Caionvico dove si devia per Sant’Eufemia e ci si riporta sulla strada che conduce al punto di partenza e al centro di Brescia.

Condividi questo articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *